Comune di Marsala - Fatturazione Elettronica

  1. mappa

Contenuto

DEFINIZIONE DELLE MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE ALL'OTTIMIZZAZIONE DELLA GESTIONE DELLA FATTURA ELETTRONICA

 

CITTA'   DI   MARSALA(Provincia di Trapani)
DEFINIZIONE DELLE MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE ALL'OTTIMIZZAZIONE DELLA GESTIONE DELLA FATTURA ELETTRONICA

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE:
a) il referente per la fatturazione elettronica è il Dirigente del Settore Finanze e Tributi; tutti gli altri Dirigenti di Settore collaborano con il settore finanze e tributi al fine del raggiungimento degli obiettivi indicati nelle presenti misure;
b) gli uffici destinatari delle fatture elettroniche, al momento 11, sono i diversi Settori dell'Ente e l'Ufficio Economato, i cui dati sono presenti sull'indice ufficiale delle pubbliche amministrazioni (IPA) di cui all'articolo 57-bis del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, recante il codice dell'amministrazione digitale (CAD) e al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 31 ottobre 2000, e per ognuno dei quali uffici destinatari delle fatture elettroniche come sopra individuati, sono stati ottenuti i relativi codici ufficio univoci associando sull'IPA tali uffici con il servizio di fatturazione elettronica;
c) Il responsabile dell'aggiornamento dei dati degli Uffici censiti di cui al precedente punto è il Titolare di P.O. del CED, area Informatica Comunale;
d) la modalità di trasmissione delle fatture elettroniche dal Sistema di Interscambio all'ufficio destinatario delle fatture è la posta elettronica certificata, così come inserita nella scheda dell'IPA relativa alla fatturazione elettronica per il Comune di Marsala e, specificatamente, nella casella istituzionale certificati@pec.comune.marsala.tp.it;
e) gli uffici destinatari delle fatture elettroniche, sono i settori dell'ente e l'ufficio economato, ed i relativi codici univoci sono i seguenti:

1.    Staff del Segretario - Codice Univoco Ufficio ULWB0J;
2.    Staff Legale - Codice Univoco Ufficio V055XT;
3.    Polizia Municipale - Codice Univoco Ufficio DLLL1Q;
4.   Pianificazione Territoriale - Codice Univoco Ufficio M38W74;
5.   Finanze e Tributi - Codice Univoco Ufficio 48K0OM;
6.   Affari generali, Istituzionali e RR.UU. - Codice Univoco Ufficio U3XYWU;
7.   Servizi alla Persona - Codice Univoco Ufficio JTHZ0K;
8.   Servizi Pubblici Locali - Codice Univoco Ufficio U71L4H;
9.   Lavori Pubblici - Codice Univoco Ufficio XZFQWE;
10.  Attività Produttive, Sviluppo Economico, Centri culturali e Turismo - Codice Univoco Ufficio Z505KF;

f) il dirigente del settore finanze e tributi adotta tutte le misure necessarie al fine di integrare il sistema informativo contabile comunale con gli applicativi infrastrutturali del Sistema di Interscambio;
g) entro il 28 febbraio 2015 i Dirigenti dei Settori dell'Ente e l'Economo Comunale procedono, previo censimento di tutti i contratti in essere, a comunicare ai fornitori il codice ufficio univoco assegnato dall'IPA necessario per trasmettere correttamente la fattura elettronica;
h) i Dirigenti dei Settori e l'Economo Comunale, con il coordinamento del Dirigente del Settore Finanze e Tributi, adottano tutte le misure necessarie al fine di assicurare un efficace ed efficiente sistema di conservazione delle fatture elettroniche, ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 dicembre 2013 recante le regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi 3 e 5-bis, 23-ter, comma 4, 43, commi 1 e 3, 44, 44-bis e 71, comma 1, del Codice dell'amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005;i)il responsabile della conservazione, individuato dal Dirigente del Settore Finanze Tributi, opta per un sistema di conservazione delle fatture elettroniche idoneo e rispettoso della normativa vigente;j)il manuale di conservazione, descritto dall'articolo 8 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 dicembre 2013 recante le regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi 3 e 5-bis, 23-ter, comma 4, 43, commi 1 e 3, 44, 44-bis e 71, comma 1, del Codice dell'amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005, predisposto dal responsabile della conservazione (tenendo in considerazione anche il decreto del Ministero dell'economia e delle finanze del 17 giugno 2014, recante le modalità di assolvimento degli obblighi fiscali dei documenti informatici), trasmesso per eventuali suggerimenti al conservatore accreditato scelto ai sensi della precedente lettera
i) sarà approvato con una apposita deliberazione di Giunta comunale.

 

Se vuoi scaricare il documento clicca sotto