Comune di Marsala - 4 Dicembre - VIOLENZA CONTRO LE DONNE. L'ATTENZIONE DEI GIOVANI ATTRAVERSO LE FOTO DEL CONCORSO "ROMPIAMO IL SILENZIO". GLI SCATTI PREMIATI

  1. mappa

Contenuto

VIOLENZA CONTRO LE DONNE. L'ATTENZIONE DEI GIOVANI ATTRAVERSO LE FOTO DEL CONCORSO "ROMPIAMO IL SILENZIO". GLI SCATTI PREMIATI

CLICCA PER INGRANDIRE LA FOTO

L'assessore Angileri: "Lavorare sul territorio coinvolgendo ancora la società civile"

Un Convento del Carmine stracolmo ha vissuto un'altra bella giornata di sensibilizzazione al rispetto della donna e contro ogni violenza di genere. "Rompiamo il Silenzio", che per il terzo anno ha celebrato a Marsala la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne", si conferma così come un concreto contributo dell'Amministrazione Di Girolamo volto a mettere al primo posto la dignità e la libertà della persona. "È la base di ogni civile convivenza, fondamentale anche in un rapporto di coppia equilibrato e con pari opportunità, afferma l'assessore Anna Maria Angileri. L'impegno con il quale studenti e docenti, ma anche associazioni e semplici cittadini, hanno partecipato al concorso, ascoltato gli interventi, recitato, cantato e manifestato riflessioni, ci spinge a continuare in questa direzione. Quella che vede le Istituzioni in prima linea nel fare quadrato attorno alle donne vittime di violenza in famiglia, nei posti di lavoro... Saremo attivi sul territorio coinvolgendo ancora la società civile - conclude Angileri - soprattutto per porre in essere azioni preventive perché la violenza non accada". La giornata conclusiva del concorso ha registrato, sabato scorso, la presenza di molti protagonisti che hanno contribuito all'ottima riuscita dell'iniziativa. A cominciare da Maria Andaloro (ideatrice di "Posto occupato" e vincitrice del premio "Amnesty International 2016") che, nel riavvolgere il nastro della sua partecipazione a Marsala, afferma: "Hanno vinto tutti perché c'erano, testimoniavano e partecipavano. Ha vinto la possibilità di parlare e non smettere mai di parlare. C'era la capacità di ascoltare qualunque fosse il loro linguaggio". Significativa anche la partecipazione della locale Associazione Fidapa, con la presidente Anna Caliò che ha donato una sedia con il logo "posto occupato", cui l'Ente Mostra ha riservato un apposito spazio. Gli interventi del sindaco Alberto Di Girolamo, dell'assessore Clara Ruggieri e del presidente della Giuria del concorso Giorgio Salvo hanno preceduto la proclamazione dei vincitori, con premi in volumi offerti dalle librerie Mondadori e Giunti. I migliori piazzamenti sono stati quelli del Liceo Scientifico "Pietro Ruggieri" di Marsala, i cui studenti coordinati dalla docente Rosa Gandolfo hanno ottenuto il primo posto per la sezione "Scuole" con la foto "Tagliami i fili" di Greta Nizza e la Menzione Speciale con "Forza e Leggerezza" di Martina Aruta. Secondo premio a "Le Pizzaiole", un lavoro del gruppo studenti dell'Alberghiero. Per la sezione "Associazioni/Cittadini", 1° premio alla foto "La tua prima amica" di Tiziana Barraco; 2° premio allo scatto "Speranza" di Clara Daidone. Per quanto riguarda il voto espresso dai visitatori della mostra "Rompiamo Il Silenzio", i maggiori consensi alla foto "Per Fortuna che c'è la donna" della Scuola Mazzini; al secondo posto "I do not like to be underestimated" (Non mi piace essere sottovalutata) del Liceo Pascasino.

Alessandro Tarantino

 
"Speranza" di Clara Daidone
"Tagliami i fili" di Greta Nizza
"Le Pizzaiole", studenti dell'Alberghiero
"Forza e Leggerezza" di Martina Aruta
"La tua prima amica" di Tiziana Barraco
"Per Fortuna che c'è la donna", Scuola Mazzini
"I do not like to be underestimated", Liceo Pascasino